fbpx

Una rete vendita di successo con giovani consulenti assicurativi

Home » Casi studio » Una rete vendita di successo con giovani consulenti assicurativi

Massimo Testori agente assicurativo intervistato da Simone Costenaro nella diretta di Assicuratore Facile.

Fare impresa nel settore assicurativo: essere attrattivi e sviluppare una rete vendita con formazione, marketing e una chiara visione del futuro.

Massimo Testori è assicuratore dal 1986, ha 59 anni e un sorriso che trasmette subito la grande passione che mette ogni giorno nel suo lavoro.

Ha fatto tutta la gavetta da produttore, subagente, subagente con subagenzia, fino a diventare agente con Allianz.

Ci siamo conosciuti quando ha iniziato il suo percorso di studi alla Scuola di Assicuratore Facile e poi con il Master… anche se aveva iniziato la sua formazione con noi qualche mese prima con la Palestra, a distanza.

Massimo è un professionista con la P maiuscola con una grande agenzia nel centro di Bologna e, se qualcuno si chiedesse chi o cosa gli ha fatto riprendere in mano lo studio della materia assicurativa e del marketing per assicuratori nonostante una posizione consolidata con una grande Compagnia, lui risponde così:

<<La risposta è nell’entusiasmo con cui uno deve fare questo lavoro. Non è una frase fatta, ma non si smette mai di imparare. Bisogna sempre aggiornarsi e studiare, per me è la base di questo lavoro. Di conseguenza, scoprire Assicuratore Facile per me è stata l’illuminazione>>.

Una delle particolarità del lavoro di Massimo Testori è quella di aver inserito con successo non una, bensì CINQUE risorse all’interno dell’agenzia (forse l’attività più complessa nel nostro settore), e nell’intervista che puoi vedere qui sotto ci racconta come ha fatto!

Formare i consulenti assicurativi di domani con le procedure di Assicuratore Facile.

Come sa bene chi mi conosce da tempo, la condivisione è importante. Il processo è importante, ma la differenza la fanno le persone applicando un metodo, anche in maniera diversa in base ai contesti.

Durante il Master cerco di passare questo concetto fondamentale. Poi c’è chi fa le cose in maniera autonoma e chi come Massimo ha fatto un lavoro diverso (ma coerente con gli studi che facciamo insieme!) che mi ha colpito molto: non è andato a stravolgere la sua agenzia assicurativa, ma all’interno dell’agenzia ha creato la squadra dei giovani.

Ragazze e ragazzi che non vengono formati col vecchio modello di business, ma secondo il sistema di Assicuratore Facile, il nostro modello di business più nuovo.

Massimo ha coinvolto suo figlio, i figli dei suoi soci e altri giovani colleghi, e ha fatto alcune azioni fondamentali per iniziare a formare dei collaboratori come veri consulenti assicurativi professionisti:

  • si è messo a disposizione come punto di riferimento del nuovo progetto: e in una squadra che sta nascendo con “giovani leve” è importantissimo che ci sia una figura del genere, quasi fosse un direttore vendite;
  • ha coinvolto i ragazzi con un webinar sui genitori con figli minori che abbiamo creato qui in Assicuratore Facile: in pratica ha individuato il target di riferimento;
  • ha creato una ritualità: il mercoledì mattina riunione (laboratorio, come lo chiama Massimo!) e condivisione dei contenuti del metodo Assicuratore Facile.

Oltre a tutto questo – ed è una cosa che personalmente apprezzo molto – gli obiettivi vengono definiti in termini di… diagnosi

Mi spiego.

Gli obiettivi definiti da una mandante sono espressi in numero di polizze o in totale di valore di produzione da raccogliere, e questo, specialmente nei confronti di persone all’inizio della carriera lavorativa (ma non solo), può creare ansia.

Massimo, invece, non fissa obiettivi o budget in termini di polizze, anzi. Durante le riunioni con i suoi giovani consulenti assicurativi, gli obiettivi vengono fissati ed espressi come “numero di Diagnosi del Reddito” da proporre, perché (sottolinea il nostro ospite):

<<Le polizze vengono dopo. Non dobbiamo solo vendere assicurazioni, noi dobbiamo preoccuparci dei rischi assicurativi dei clienti, di gestire e di risolvere i rischi>>.

E continua…

<<La cosa più bella è quando vedono – come io dico sempre – il cambiamento del cliente quando crede di aver a che fare col solito assicuratore e poi però prende fiducia, ti ascolta in maniera diversa e cambia anche il linguaggio del corpo>>.

L’agente assicurativo deve avere una visione imprenditoriale.

Dall’intervista, sempre per parlare di rete vendita, inserimento e sviluppo di nuovi collaboratori, è emerso anche un altro aspetto molto interessante e molto importante: le competenze e l’affiancamento.

Le competenze sono importanti, certo, perché è impossibile imparare un lavoro ormai così complesso come il nostro, pretendere di diventare un consulente assicurativo professionista, senza studiare e senza farsi il mazzo… ma poi sul campo davanti al cliente è tutta un’altra storia. E per evitare di prendere la scena e far tutto noi agenti, è fondamentale creare al collaboratore le giuste opportunità e fare un passo indietro.

La fiducia, l’ascolto di nuove idee che vengono “dal basso”, dalla propria rete vendita, ed è di fondamentale importanza la delega del lavoro, a volte anche di clienti importanti e complessi, proprio come viene fatto a Bologna, nell’agenzia di Massimo!

Inoltre, per il successo di tutta la squadra è importante guardare al futuro con una visione imprenditoriale: il nostro ospite ci ha raccontato di voler fare passi importanti col direttore vendite (selezionato e formato dal nostro programma “Direttore Vendite” qui in Assicuratore Facile), che lo aiuti nel far crescere ancora di più la sua struttura, e di voler mettere in pratica alcune idee, come gli incontri con alcune scuole superiori o facoltà universitarie.

Massimo ci insegna che inserire una persona è più difficile che inserirne 4 o 5, e quando abbiamo formato le prime 3–4 persone, allora abbiamo creato il laboratorio e diventa tutto più semplice.

È inutile negarlo, il nostro futuro dipende da quanto siamo attrattivi nei confronti dei giovani bravi, perché abbiamo bisogno di attirare persone con proattività, con idee e con entusiasmo – quello che ha Massimo!

Se sei alla ricerca di un metodo di lavoro testato, efficace, pratico e realmente innovativo, clicca qui e inizia adesso a rivoluzionare la tua carriera di consulente assicurativo!

Ti È piaciuto L'articolo? ... condividilo!

Iscriviti
Notificami

2 Commenti
Meno Recenti
Più Recenti Più Votati
Inline Feedbacks
View all comments
Franco
1 year ago

Iniziate a dare una paga decente a chi comincia questo lavoro altrimenti come sperate di attirare talenti?

Simone Costenaro
Admin
Reply to  Franco
1 year ago

Ciao Franco, posto che i talenti non sono attratti da una “paga” bensì da un percorso di carriera, concordo con te che ogni lavoratore merita di avere una remunerazione minima e che sia dignitosa.

Ho detto minima, questa dovrebbe salire in funzione delle capacità e non dell’anzianità.

Nel nostro settore, difficilmente viene proposto un nitido percorso di carriera e non esiste un regolamento che stabilisca una minima remunerazione.

Se il normale ingaggio è “partiamo da tutti i tuoi contatti telefonici e poi vediamo” non solo non siamo attrattivi ma addirittura deleteri per il settore.

Vuoi un esempio di percorso di carriera?

Clicca qui:

https://www.assicuratorefacile.com/effetto-domino/

La Palestra
LA PALESTRA DI ASSICURATORE FACILE
Vuoi diventare un Assicuratore di successo e lavorare con clienti pronti ad ascoltarti?
Post Recenti
Consulenza assicurativa a pagamento: incassa le tue fatture di consulenza con il metodo di lavoro di Assicuratore Facile!
Come farsi pagare la fattura per la consulenza assicurativa

Riuscire a farsi pagare fattura per la consulenza assicurativa che si presta ai clienti è il sogno di tanti consulenti.

Ma se la consulenza deve essere remunerata dal cliente, allora deve produrre un vero risultato che il cliente NON troverebbe tramite altri canali.

Ecco che devi farti innanzitutto due domande fondamentali…

Leggi Tutto »
Da 78mila a 146mila euro di provvigioni da subagente in due anni! Andrea Ceccato - Assicuratore Facile
Da 78mila a 146mila euro di provvigioni
da subagente in due anni!

Andrea Ceccato gestisce una subagenzia in provincia di Treviso, ma se ti immagini il classico subagente scarso che fatica a far quadrare i conti alla fine del mese… Beh, sei proprio fuori strada!
Andrea, al contrario, è un vero fuoriclasse e nel giro di due anni ha letteralmente ribaltato le sorti del suo portafoglio!

Leggi Tutto »
Risk Management per agenzie Assicurative: Simone Costenaro racconta la Testa di Sator
Rischi e opportunità per la tua agenzia di assicurazioni:
quali sono?
La Testa di Sator

Assicuratore Facile cerca in continuazione di mettere il cliente al centro, e nel 2023, oltre al risk assessment che abbiamo chiamato “Agenzia Senza Sorprese”, presenterà il sistema con il quale le agenzie di assicurazioni potranno installare al loro interno il risk management.
Si chiamerà ”La Testa di Sator”, e coordinerà tutte le funzioni che ad oggi abbiamo sviluppato.

Leggi Tutto »
Chi sono
Simone Costenaro
Simone Costenaro

Credo che il mestiere dell’assicuratore sia qualcosa di nobile e prezioso: aiutiamo le persone a non rimanere MAI senza soldi, aiutiamo gli imprenditori a non fallire, aiutiamo intere famiglie a non entrare in crisi economiche irreversibili nonostante gli imprevisti che la vita ci pone davanti.

Leggi di più
LA PALESTRA DI ASSICURATORE FACILE
Vuoi diventare un Assicuratore di successo e lavorare con clienti pronti ad ascoltarti?

ASSICURATORE FACILE S.r.l. – Società Benefit

Via Montegrappa 37/C – 36063 – Marostica (VI)
P.IVA 04019050246 | Capitale Sociale € 150.000,00  i.v.| REA: VI 372362
Pec: assicuratorefacile@legalmail.it

Privacy Policy | Cookie Policy | Dichiarazione dei Cookie

2
0
Ti piacerebbe scrivere un commento?x