fbpx

Chi siamo

 

Mi chiamo Simone Costenaro e opero nel settore assicurativo dal 1998 nella bellissima città di Marostica.

Dopo la gavetta da produttore per dieci anni, divento agente assicurativo nel 2008.

Nel 2012, decido di sviluppare autonomamente un software chiamato “Sator” che mi aiuti ad organizzare ed elaborare le informazioni di ogni singolo assicurato con lo scopo di generare una “diagnosi dei rischi personalizzata”.

Lo faccio non solo perché lo chiedeva Ivass ancor prima della nuova IDD, bensì per aiutare gli assicurati ad avere maggiore chiarezza su quali sono i pericoli che possono compromettere la loro sicurezza economica e per quali importi.

Nel 2016 ho pubblicato il mio primo libro “Protetti per Sempre”, sempre con lo scopo di divulgare informazione assicurativa, nel 2018 il secondo libro in concomitanza con il venticinquesimo anniversario della mia agenzia “25 anni di Assimarostica” e nel 2019 la nuova versione di “Protetti per Sempre” con 11 inediti capitoli che puoi trovare qui:

>>Clicca qui per il mio libro<<

Io penso che le persone in Italia non acquistano coperture assicurative per 4 precisi motivi:

1) Scarsissima competenza da parte della maggior parte degli addetti ai lavori. Fino ai primi anni 2000, gli agenti di assicurazione si avvalevano di persone dopo lavoriste, pensionati e segnalatori in genere per collocare polizze assicurative. Data la scarsa competenza, queste polizze erano generalmente la RC auto oppure polizze standard di tipo misto. Questo modo di operare e il grande turn over di addetti (penso che il 90% della popolazione abbia ricevuto almeno una volta nella vita la proposta di fare l’assicuratore) ha sicuramente sfiduciato i clienti nei confronti delle assicurazioni.

2) La confusione tra quanto garantisce lo Stato e quanto resta in capo al cittadino. Lo Stato sia a livello pensionistico (non solo con le pensioni di vecchiaia ma anche e soprattutto per le pensioni di invalidità, inabilità e superstiti), assistenziale (accompagnatoria, invalidità civile), sanitario (diagnostica veloce, fisioterapie, lunghe liste di attesa, esami di laboratorio ecc.) e a seguito di catastrofi naturali (supporti economici a seguito di terremoti, alluvioni e calamità naturali in genere) garantisce e garantirà sempre di meno. Al cittadino non è mai chiaro cos’ha realmente garantito e cosa dovrebbe integrare individualmente. Purtroppo lo scopre sempre troppo tardi.

3) Le farraginose e frastagliate soluzioni sviluppate dalle Compagnie assicurative. Il cittadino avrebbe bisogno di una coperta e le compagnie vendono sciarpe, cappelli e pezzi di lana che difficilmente vanno a risolvere in modo completo i veri problemi delle persone. Questo è un altro elemento che ha allontanato il cittadino dalle soluzioni assicurative. Nel vero momento del bisogno, scoprire che la polizza non comprende una grave malattia invalidante è solo uno dei tanti esempi.

4) La scarsissima cultura assicurativa degli italiani. Di sicuro la colpa non è solo del cittadino, questo è il risultato dei punti visti in precedenza. L’assicuratore a causa delle scarse competenze non comunica con forza all’assicurato quali sono i veri problemi che potrebbero lasciarlo in gravi difficoltà economiche, promuovendo invece solo soluzioni a casaccio.

Per questi motivi, dopo aver constatato che la diagnosi dei rischi produceva risultati impressionanti, decido di fondare Assicuratore Facile, una società che sviluppa soluzioni pratiche per assicuratori professionisti e che ha oggi come cuore “La scuola di Assicuratore Facile”.

Io credo che il mestiere dell’assicuratore sia qualcosa di nobile e prezioso, aiutiamo le persone a non rimanere MAI senza soldi, aiutiamo gli imprenditori a non fallire, aiutiamo intere famiglie a non entrare in crisi economiche irreversibili nonostante gli imprevisti che la vita ci pone davanti.

Questo delicato compito non può essere portato avanti con le logiche “prodotto centriche” delle mandanti, né tanto meno con l’improvvisazione e il “fai da te”.

Non si può scherzare con la sicurezza economica delle persone.

Non si può essere superficiali e approssimativi su questi importanti e delicati temi.

Per questo motivo ho creato il metodo consulenziale “Futuro Senza Sorprese” e la scuola pratica di Assicuratore Facile che si fonda sul risk management per le persone.

Purtroppo, in Italia, l’assicuratore medio non sa nemmeno cos’è il risk management, nonostante la nuova I.D.D. dica chiaramente che bisogna promuovere solo soluzioni adeguate ai bisogni degli assicurati.

Assicuratore Facile da sempre segue questo processo:

▶️ Abbiamo mappato tutti i rischi che potrebbero avere un grave impatto economico sulle persone;

Mappa dei rischi Assicuratore Facile

▶️ Il modulo raccolta dati guida il colloquio con lo scopo di raccogliere tutte le informazioni che servono;

 

▶️ La diagnosi dei rischi “Futuro Senza Sorprese”, elaborata dal nostro Sator, è il documento che riepiloga in oltre trenta pagine l’esposizione della persona su ogni rischio, permettendogli di vedere anche cosa dovrebbe fare, rispetto a ciò che sta facendo;

▶️ La piramide della protezione è il documento annuale con il quale il consulente fa vedere all’assicurato come stiamo gestendo i rischi.

Questo intero processo è stato certificato da Il Salvagente, rivista da oltre trent’anni dalla parte del consumatore

Se sei arrivato a leggere fin qui, ora vorrei farti una domanda:

“Qual è la tua mission ?“

Ti riporto le parole di Silvia, un’assicuratrice che ha partecipato alla nostra scuola:

“Ho fatto un percorso bellissimo, ed ho apprezzato sia il lato umano che quello professionale di ognuno di voi. Ad ogni incontro ho trovato degli stimoli nuovi che spero di trasmettere a chi vorrà seguirmi.  Quello che Simone ha condiviso e condivide con noi è un patrimonio che non è quantificabile economicamente e la cosa che personalmente mi ha commossa è la genuinità con cui lo vuole divulgare, quasi fosse una missione”.

Silvia parla di “Missione” e non poteva usare termine più appropriato. Per me e per il mio staff, migliorare ed elevare il settore assicurativo è una vera e propria missione.

Se vuoi approfondire il funzionamento della nostra scuola, trovi tutte le informazioni qui:

>>Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra scuola pratica<<

Se vuoi avere delle anticipazioni su cosa facciamo di pratico durante la scuola, inserisci qui i tuoi dati per ricevere 100 minuti di formazione gratuita che vedrai, imparerai più qui che nelle 30 ore IVASS che dovrai svolgere nel 2020:

>>Clicca qui per accedere al video corso gratuito<<

Se vuoi svolgere le ore Ivass con noi, abbiamo sviluppato Formula30, portiamo i TOP formatori in giro per l’Italia:

>>Clicca qui per conoscere Formula30<<

 

 

Torna su